Home                     <<

19 settembre 2017

n Chi siamo
n Che cosa facciamo
n Contatti
n I nostri clienti
n Notizie
n Eoliebooking
Prenotazioni Eolie
n Bus Navetta
Aeroporto Catania- Milazzo e viceversa
n Aliscafi
n Biglietti
Ferries
/navi/aliscafi
n Come arrivare
Orari
navi/aliscafi
n Servizi turistici
n Servizi pubblici
n Opinioni
n Dormire
n Mangiare
n Escursioni
n Manifestazioni
n Annunci
n Webcam
n Foto Eolie
n Natura e itinerari
n Galleria fotografica
n Vulcani
n Storia
n Cucina
n Personaggi
n Cultura
n Controllo e sicurezza
n Links
    Case Vacanze Claudia

 

Google+

Stromboli 

      

Isola di Stromboli (STRONGYLE) Superficie 12,6 kmq. Abitanti 550

Per ulteriori informazioni:

La flora di Stromboli comprende un importante endemismo delle Eolie, il Cytisus Aeolicus, alberello della famiglia delle Leguminose, che un tempo doveva costituire folte macchie lungo i pendii dell'isola. Oggi questa specie sopravvive in località Schicciole, e per la sua tu­tela è stato varato un progetto ("Eolife 99") cofinanziato dalla U.E., che riguarda anche un altro interessante endemismo, la Chenopodiacea Bassia Saxicola, presente sull'isolotto di Strombolicchio.

Cenni storici

La più  lontana e la più  orientale delle Eolie, Stromboli dista circa 22 miglia da Lipari. L'isola è  un vulcano che emerge dal mare; la parte emersa, in attività  persistente almeno da 2000 anni, si è  formata principalmente durante due cicli di attività . Un ciclo antico, costituito da eruzioni di materiale solido e da colate di lava, che ha formato tutta la parte orientale dell'isola; un ciclo più  recente, costituito da colate laviche, che ha formato tutta la metà  occidentale dell'isola. L'attuale attività  viene considerata come facente parte del ciclo recente. La zona craterica è  formata da tre coni attivi, la cui attività  vulcanica è  prevalentemente a carattere esplosivo.

Stromboli è  l'unico vulcano in Europa e uno dei pochi al mondo in attività  eruttiva permanente. è  per questo che l'isola è  stata definita, sin dall'antichità  classica, "faro del Tirreno". Stromboli venne abitata fino all'età  del bronzo. Nel 1975, è  stata scoperta una necropoli greca con tombe della fine del IV e dei primi decenni del III sec. a.C.

L'attività  economica era basata sull'agricoltura e il suo porto era meta di sosta delle navi mercantili che attraversavano il Tirreno. Il calo demografico dell'isola si ebbe nel 1930, quando una fortissima eruzione ed uno spaventoso maremoto convinsero moltissimi isolani ad emigrare. Negli anni '50 cominciò  a svilupparsi l'attività  turistica e molte delle case in stile eoliano, abbandonate ai tempi dell'eruzione del 1930, una volta ristrutturate sono diventate meta di vacanze.

Informazioni generali

È la più settentrionale delle isole e conta una popolazione di circa 400 abitanti. L'isola, a nord della quale si leva ripidissimo lo scoglio di Strombolicchio, è costituita da un edificio vulcanico, che tocca i 926 m, e presenta varie bocche eruttive, perennemente attive, con spettacolari eruzioni di lapilli e materiali incandescenti, che precipitano lungo la ripida parete chiamata Sciara del Fuoco. L' apparato vulcanico costituisce un cosiddetto strato-vulcano o vulcano misto, in cui cioè rocce derivate da colate laviche si alternano a strati di materiali piroclastici. Si spinge sotto il mare per mille metri circa: furono infatti sottomarine le prime manifestazioni eruttive, risalenti all' era cenozoica o terziaria. Alte e dirupate sono le coste, con esigue spiagge. La popolazione vive nei centri di Ginostra e di Stromboli, e le attività economiche tradizionali sono la pesca, la viticoltura e la raccolta dei capperi, nonché, in crescente misura, il turismo. Scavi archeologici hanno portato alla luce resti di una necropoli greca.

  

Escursioni via Terra   Partendo dal molo di Scari ci si può dedicare ad una prima perlustrazione delle stradine e dei vicoli di S. Bartolo, patrono dell' isola. Di fronte allo scalo di Ficogrande, a circa un miglio dalla costa, si erge maestoso (dalla forma di un castello medioevale) l' isolotto di Strombolicchio. Quanto appare è il resto di un piccolo cono di un' eruzione laterale.

Trekking   Di interesse naturalistico è la scalata al cratere. Tre le ore di marcia per giungere ad alta quota, potendo così assistere alle esplosioni da zone vicine. È opportuno effettuare l' escursione con guide autorizzate.

Escursioni via mare   Partendo da Scari, giungendo allo specchio d'acqua antistante Punta Labronzo si può ammirare la "Sciara del Fuoco": pittoresca esplosione di lapilli e colate di lava incandescente. Proseguendo si giunge al piccolo borgo di Ginostra, paradiso incontaminato, fra il verde della macchia mediterranea ed il blu del mare.

La Sciara del Fuoco   Muro di roccia, che sprofonda negli abissi più profondi, a fondali inaccessibili ai subacquei, puntando verso l'antistante Fossa del Tirreno (profonda oltre tremila metri).

La Dorsale della Sciara   Si tratta di un'imponente dorsale con due picchi: il primo a 35 metri, il secondo a 20. Raggiunti i 35 metri, si apre un precipizio, che si perde in un abisso nero. Sulle rocce del fondo si scopre una grande quantità di stelle pentagono.

La Secca di Scirocco   Si tratta di un'imponente montagna circondata da una quantità di grandi massi ricchissimi di pesce e dalle morfologie spettacolari, tutti i suoi versanti sono ricoperti di gorgonie rosse.

DA VISITARE:

Osservatorio Vulcanologico, Chiesa di San Vincenzo

ESCURSIONI:

Al Cratere (obbligo di guida autorizzata). Ginostra, pittoresca e solitaria frazione di Stromboli, raggiungibile per gli amanti del trekking in quattro ore e mezzo di marcia

DA NON PERDERE:

Giro dell'isola con sosta: Forgia Vecchia (antica sciara); Punta dell'Olmo; Punta Lena (villaggio disabitato); Punta Lazzaro o Pertuso (Ginostra); Sciara del fuoco; Piscità e Ficogrande, elegante baia di fronte a Strombolicchio (isolotto alto 43 m. sormontato dal faro)

NOTIZIE UTILI:

  • Guardia medica: Via Vittorio Emanuele 090.986097

  • Collegio Regionale Guide Alpine e vulcanologiche 095.7914755

  • Snav 090.986003

  • Siremar 090.986016

LEGENDA: 1-Scari 2-San Vincenzo 3-Ficogrande 4-Piscità 5-San Bartolo 6-Sciara del Fuoco 7-Vancori (sopra i crateri del vulcano) 8-Ginostra

Prenotazioni

Vacanze alle Isole Eolie Vacanze alle Isole Eolie  

EOLIE NEWS

Vacanze alle Isole Eolie

Vacanze alle Isole Eolie

 

Crociere alle Eolie

Vacanze alle Isole Eolie  

Che tempo fa

Vacanze alle Isole Eolie Vacanze alle Isole Eolie  

Tutto da vedere

Vacanze alle Isole Eolie Vacanze alle Isole Eolie  

Visita e volo Virtuale

Vacanze alle Isole Eolie Vacanze alle Isole Eolie  

Prodotti tipici

Vacanze alle Isole Eolie  


Vacanze alle Isole Eolie

Vacanze in Bici
Italia/Europa


qrcode

 

Nautilus Web Magazine
Iscriz. al Tribunale di Vicenza
Nr.869 del 17 Giugno 1996
Dir.Resp.: Matteo Salin
Vacanze alle Eolie


© 2002-2015  Eolnet s.r.l. S.U. servizi per le Isole Eolie - P.Iva 02636930832
Cap. soc.: € 10.000 i.v.- Registro impr.: MESSINA
N. iscr reg. impr.: 02636930832 - N.Iscr R.E.A.: 183197
Corso V. Emanuele 247 - 98055 Lipari (Messina)
Tel:+39 090.9814257  Fax +39 090.9811721  E-mail: info@eolnet.it
Sitemap - Privacy Policy
L'UFFICIO E' APERTO

DAL LUNEDI AL VENERDI DALLE 9.00 ALLE 13.00 TEL 090/9814257
PER EMERGENZE DAL LUNEDI AL VENERDI DALLE 16.00 ALLE 20.00 POTETE CONTATTARE IL 373/8740643

Aggiungi ai preferiti
Vacanze alle Eolie Top 50 Webcam
Vacanze alle Eolie
la directory aggiungi sito